Buonasera a tutti,

di seguito il resoconto del consiglio comunale delle sedute tenutesi nelle date del 29 maggio, 4-5-12 Giugno 2014 nel salone Estense del comune di Varese con il seguente ordine del giorno:

  • CONTRODEDUZIONI ALLE OSSERVAZIONI PERVENUTE E APPROVAZIONE DEFINITIVA DEL PIANO DI GOVERNO DEL TERRITORIO AI SENSI DELL’ART. 13

DELLA L.R. 11.3.2005 N. 12 E S.M.I.. APPROVAZIONE DEL PIANO COMUNALE DELL’ILLUMINAZIONE AI SENSI DELLA L.R. N. 17/2000 E DELLA L.R. N. 38/2004. (Relatore Assessore Fabio Binelli)

Odg aggiunti

  • APPROVAZIONE DEL RENDICONTO DI GESTIONE DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE PER L’ESERCIZIO 2013. (Relatore Assessore Giuseppe Montalbetti)
  • PROPOSTA DI REFERENDUM PER LA REALIZZAZIONE DEL PARCHEGGIO DENOMINATO “DELLA PRIMA CAPPELLA (PROPOSTA PD)

 

Sedute 29 Maggio/ 4-5 Giugno 2014

Presentata inizialmente una mozione da parte del PD per votare singolarmente ogni singola osservazione, contrariamente al metodo utilizzato durante le commissioni, in cui le mozioni erano state discusse per gruppi omogenei. La mozione era motivata col fatto che una votazione per gruppi avrebbe “costretto” ad un voto unico su osservazioni differenti, su cui un consigliere avrebbe potuto avere pareri differenti.

In commissione si era concordato, invece, di raggruppare le osservazioni per gruppi omogenei, con la Giunta che avrebbe fornito un file che riportasse se l’ osservazione era stata accolta o meno con relativoa motivazione. Ai consiglieri era consentito presentare emendamenti sulla singola osservazione, in modo che venisse accolta o meno, sempre specificando le motivazioni.

Come M5S non abbiamo presentato emendamenti alle osservazioni dei cittadini, sempre che non fossero consiglieri, rispettando le stesse, presentando a nostra volta delle osservazioni (tutte non accolte) per:

  • diminuire le dimensioni dei parcheggi dai 2,8m di larghezza inizialmente previsti (con l’ accoglimento di un emendamento di ML siamo arrivati a 2,5m)
  • aumentare gli incentivi per il recupero dell’ esistente migliorando la classe energetica
  • utilizzo delle luci a LED come tecnologia principale nel piano dell’ illuminazione, invece delle lampade a vapori di sodio

Unica eccezione è stata l’ osservazione n° 280 presentata dal capogruppo di FI per scomputare dal calcolo del volume le autorimesse fuori terra, a cui ci siamo opposti.

In allegato, tra gli altri, i seguenti file:

  • file.xls contenente un elenco delle osservazioni ed esito della valutazione
  • file.xls che riporta la divisione per gruppi omogenei delle stesse
  • file.pdf con gli emendamenti presentati dal consiglio ed esito delle votazioni

Analizzando le osservazioni accettate si possono fare le seguenti considerazioni:

  • se il Documento di Piano parla chiaramente di “limitazione dl consumo di suolo”, l’attuazione delle regole spesso va in direzione opposta rispetto ai buoni propositi. 14 nuove Aree di completamento e diverse zone rese TUC-R1 testimoniano questa contraddizione, che l’ opposizione ha evidenziato e la maggioranza negato (ovviamente)
  • relativamente alle zone NAF e V2, ante 1934 e 34/53, il censimento sarà fatto dal comune entro un anno dall’ approvazione del PGT eliminando l’ onere dei privati, stante la possibilità per questi ultimi di richiederne la verifica dell’ assegnazione entro 60gg dalla proposta per la valutazione (allo scadere dei 12 mesi il vincolo decade senza verifica).
  • Accolti alcune osservazioni degli Ordini (tra cui recupero sottotetti in villa e NAF tramite valutazione presentazione di un progetto di inserimento e l’ esclusione per interventi sotto i 1000mq dall’ applicazione del meccanismo perequativo perequazione, quest’ultimo approvato tramite un emendamento del PD, ma richiesto anche da parti della maggioranza)
  • accolte numerose osservazioni delle uffici, relative a refusi ed errori nei documenti
  • approvata la realizzazione di uno skatepark in zona valle Olona, sempre che la relativa area di trasformazione “parta”
  • approvata l’ osservazione n° 486 previsto dal dirigente patrimonio e Verde Pubblico (sic) del comune di Varese Roncaglioni che prevede la trasformazione di una zona VER in zona TUC-R1 (territorio di proprietà comunale)
  • respinte tutte le osservazioni delle associazione (Legambienete, TerraNostra) che miravano a limitare il consumo di suolo

Il PGT così modificato è stato approvato con i voti favorevoli della maggioranza e il voto contrario delle opposizioni, adesso vedremo alla prova dei fatti se ad avere ragione sarà la maggioranza, che lo ritiene un ottimo documento, oppure l’opposizione, che lo considera inappropriato. Come M5S lo consideriamo inadeguato perché consente ulteriore consumo di suolo in un territorio che da questo punto di vista ha già dato, perché prevede parcheggi, rotonde per risolvere i problemi del traffico incentivando l’uso della macchina, perché non è lungimirante nel non promuovere i servizi pubblici.

Seduta del 17 Giugno con ordini del giorno aggiunti sul consuntivo di bilancio e discussione sulla proposta di referendum sul parcheggio prima cappella

Questi i punti principali del bilancio consuntivo 2013:

  • Aliquote rimaste invariate rispetto al 2012
  • finanziamento al fondo solidarietà comunale di 8.5 mln di euro (ricevuti 4.5 mln da Roma)
  • Incremento spesa corrente +9%, coperta da oneri di urbanizzazione e spending review
  • tasso di copertura dei servizi a copertura individuale sceso di quesi tre punti, al 39 circa%

Novità del meccanismo di bilancio armonizzto, da quest’anno i residui passivi (impegni di spesa) entrano a far parte dell’avanzo (se non hanno “copertura giuridica”), il che ha portato ad avere un avanzo di amministrazione di oltre 34mln di euro, di cui però solo 3mln circa disponibili per l’ avanzo d’amministrazione 2014.

Nel 2013, quindi, sono sftati impeganti “solo” 2,4mln di euro per la realizzazione di opere in conto capitale, a fronte dei 26mln di euro previsti, che semplicemente non erano in cassa, oltre ad un piano di alienazioni che non ha rispettato le previsioni.

Bilancio comunque figlio dei tempi, il nostro consiglio come M5S è stato quello di impegnare parte delle risorse disponibili su spese, quali elettricità, illuminazione pubblica, riscaldamento, che stanno sempre più crescendo e pesando a bilancio.

Una programmazione a tappeto di interventi di riqualificazione energetica, di investimenti come quello sulle caldaie degli istituti scolastici (già effettuato) e sugli impianti semaforici (da effettuare), che comporterebbero risparmi sul lungo periodo e minore spesa corrente.

Le quote per i servizi sono state mantenute, nel 2013 il comune ha pagato 12mln di euro di debito, da segnalare che, purtroppo, le spese del palazzo di giustizia sono ancora a carico del comune di Varese.

Il consuntivo di bilancio è stato approvato con 13 voti favorevoli, 2 astenuti (UdC)e 9 contrari, compreso M5S

Parcheggio “Prima Cappella”

Come Movimento 5 stelle negli ultimi mesi abbiamo raccolto circa 1.500 firme con lo scopo di sostenere la causa del lago di Varese in Regione e nelle sedi romane; ricordiamo infatti che il nostro lago è bisognoso di cure oggi più che mai ma che le istituzioni non se ne stanno facendo sufficientemente carico.

1.500 firme ci erano sembrate già un bel risultato. Ebbene, il comitato Varese 2.0 ne ha raccolte 6.000 in molto meno tempo!Un vero record per la città Giardino, che difficilmente si fa coinvolgere in iniziative di questo tipo.

Ci saremmo aspettati dalla Giunta un minimo di riflessione su un fatto così rilevante per la città, riflessione che però non c’è stata: la Maggioranza ha tirato dritto per la sua strada.

L’accettazione di un referendum sarebbe stato un segno di rispetto nei confronti dei residenti della zona (ricordiamo che qualcuno una volta diceva “padroni a casa nostra”) e dei firmatari, nonché una grande dimostrazione di democrazia, che avrebbe di certo avvicinato la cittadinanza alla politica locale e che avrebbe permesso ai varesini di dire la loro su un tema che riguarda la città e non solo l’amministrazione comunale. La Giunta giustifica la sua posizione sostenendo che nel programma elettorale della maggioranza era presente la realizzazione del parcheggio alla Prima Cappella e ritiene quindi per questa ragione di essere legittimata a procedere dal voto espresso dai cittadini tre anni fa.

Il M5S Varese è contrario alla realizzazione del parcheggio alla prima Cappella: lo eravamo prima e lo siamo ancora di più oggi, dopo aver sentito i pareri tecnici delle due parti.

I pareri sono infatti completamente opposti: per l’impresa l’impatto ambientale del parcheggio è da considerarsi limitato, mentre per il comitato l’impatto sarà potenzialmente catastrofico.

Viste quindi le due posizioni, avremmo ritenuto opportuno un terzo parere ma in mancanza di questo, preferiremmo il principio di precauzione: meglio non intraprendere una strada di cui non si conoscono appieno i rischi e da cui non si sa se sarà possibile tornare indietro.

Soluzioni alternative? Non il parcheggio in zona adiacente a piazzale Montanari (zona di fattibilità geologica 4, la peggiore), né ai piedi della funicolare, entrambi molto costosi e caratterizzati da problematiche tecniche di realizzazione che fanno temere un’ampia forbice tra preventivo e consuntivo.

Si sarebbe potuto insistere sui parcheggi ai piedi del Sacro Monte, esistenti e da prevedere (stadio, piazzale Staffora, etc…) e sul trasporto pubblico, potenziandolo l’offerta rispetto all’attuale per cercare di rilanciare allo stesso tempo una funicolare che oggi perde 200.000 euro all’anno.

Chiaramente collocare i parcheggi in zone più lontane della Prima Cappella significherebbe chiedere un piccolo “sacrificio” a chi vuole visitare il Sacro Monte, ma se vogliamo preservare ambiente e cittadinanza prendere un autobus per pochi chilometri non ci sembra poi una grande richiesta, soprattutto considerando che in moltissime località è la norma dover utilizzare il servizio pubblico per raggiungere zone di interesse culturale e/o religioso.

L’ occasione è stata persa con 9 voti favorevoli e 15 voti contrari.

Allegati